News

Comunicati stampa
& materiale per i media

Comunicati stampa

  • 2008
  • 2009
  • 2010
  • 2011
  • 2012
  • 2013
  • 2014
  • 2015
  • 2016

    2016

      • Hostpoint accresce sensibilmente il fatturato
        fermare
        Rapperswil-Jona, 27 gennaio
        27 gennaio

        Hostpoint, il principale provider di Web hosting in Svizzera, è riuscito a portare il fatturato a 14,5 milioni di franchi durante lo scorso esercizio. Ciò corrisponde a un aumento del 24% rispetto all’anno precedente.

        Hostpoint ha chiuso con successo il 2015. Con un incremento del 24%, il fatturato si è attestato su 14,5 milioni di franchi, ovvero 2,8 milioni di franchi in più rispetto all’anno precedente (11,7 milioni di franchi).

        Un 2015 all’insegna dei nomi di dominio e di FreeSSL
        L’anno passato è stato caratterizzato dalla sospensione delle relazioni con i clienti finali da parte di Switch, che ha quindi determinato il trasferimento di svariate migliaia di centinaia di indirizzi con domino .ch. Anche per l’introduzione della nuova estensione del dominio .swiss Hostpoint ha rivestito un ruolo importante in qualità di registrar ufficiale di tale estensione e come unico provider svizzero di Web hosting con accreditamento ICANN.

        Con l’iniziativa FreeSSL lanciata a settembre, l’azienda di Rapperswil ha ottenuto inoltre un ruolo di pioniere nel settore Internet svizzero, perché fino ad allora nessun altro provider di Web hosting in Svizzera aveva offerto ai propri clienti la cifratura gratuita del traffico dati tramite SSL. A soli due mesi dal lancio di FreeSSL, il numero di siti Web cifrati in Svizzera era salito già a oltre il 30%. Con Let’s Encrypt, un altro provider ha iniziato in seguito a rendere Internet più sicuro. Il tutto all’insegna dell’iniziativa FreeSSL. Hostpoint supporta, in veste di sponsor, l’ente certificatore di pubblica utilità con un importante contributo.

        Impegno a favore della piazza produttiva svizzera
        In qualità di azienda svizzera, Hostpoint punta sulla Svizzera come piazza produttiva e non solo salva i dati esclusivamente su server propri ubicati nel Paese, ma offre anche tutti i servizi dalla Svizzera, come ad es. assistenza tecnica, sviluppo o amministrazione. A tale scopo, negli uffici di Rapperswil-Jona vengono impiegati 51 collaboratori fissi (10 in più rispetto all’anno precedente).

      • Ora .swiss è disponibile per tutti (o quasi)!
        fermare
        Rapperswil-Jona, 11 gennaio
        11 gennaio

        Da oggi è possibile registrare pressoché qualsiasi denominazione come nome di dominio .swiss. Con la seconda fase di registrazione avviata oggi, anche le associazioni e le fondazioni non iscritte nel registro del commercio svizzero possono richiedere questi prestigiosi nomi di dominio. Da subito, inoltre, sono consentite domande anche per nomi di dominio generici come hotel.swiss o auto.swiss.

        Stamattina è iniziata la cosiddetta fase «General Availibility» dell’estensione svizzera del dominio .swiss, che consente di fare richiesta per pressoché qualsiasi nome e denominazione. È stata anche ampliata la cerchia dei possibili richiedenti. Oltre che le aziende iscritte nel registro del commercio svizzero, adesso anche le fondazioni e le associazioni prive di tale iscrizione possono richiedere nomi di dominio .swiss. In base a quanto deciso dall’UFCOM, solo i privati restano ancora esclusi da tale possibilità. In qualità di registrar ufficiale per i domini .swiss e unico provider svizzero di web hosting con accreditamento ICANN, Hostpoint accoglie le relative richieste al link https://www.hostpoint.ch/it/domini/swiss.html.

        Hotel.swiss, auto.swiss: il lancio di nomi di dominio generici
        Sempre a partire da oggi sono consentite richieste per indirizzi .swiss che riguardano un intero settore. Le domande per tali nomi di dominio generici, come ad esempio hotel.swiss o auto.swiss, possono essere presentate da associazioni mantello, rappresentanti di categorie professionali o organizzazioni affini. Questi nomi vengono assegnati nel cosiddetto mandato di assegnazione dei nomi e sono sottoposti dall’UFCOM a un attento esame, al fine di garantire che il sito Internet progettato sia al servizio di tutta la comunità interessata.

        Già oltre 7000 domini .swiss attivi
        L’anno scorso, durante la prima grande campagna di assegnazione dei domini .swiss, solo aziende, titolari di marchi di provenienza svizzera, città e comuni svizzeri hanno avuto la possibilità di richiedere il nuovo dominio .swiss per il proprio nome. Nel contesto di questo cosiddetto periodo Sunrise, è stato approvato dall’UFCOM un totale di 7071 domande.

      2015

        • Il numero di siti Web cifrati aumenta del 30%
          fermare
          Rapperswil-Jona, 02 dicembre
          02 dicembre

          Oltre 17 000 siti Web criptano già lo scambio di dati con i certificati SSL gratuiti di Hostpoint. L’iniziativa FreeSSL per un Internet svizzero sicuro, promossa dal provider di Web hosting leader nel Paese, supera quindi tutte le aspettative già a poche settimane dal lancio.

          I certificati SSL gratuiti, introdotti all’inizio di ottobre 2015 per tutti i nomi di dominio ospitati o registrati da Hostpoint, sono un vero successo. Già più di 17 000 siti Web hanno attivato la cifratura sicura e gratuita per i propri nomi di dominio. I dati rilevati tra il sito Web e il browser del visitatore, ad esempio informazioni personali o password, sono cifrati in modo efficace secondo lo standard industriale SSL/TLS con fino a 256 bit.

          Il numero di siti Web svizzeri cifrati aumenta di oltre il 30%
          Dopo l’introduzione di FreeSSL, il numero di siti Web cifrati in Svizzera è aumentato repentinamente di oltre il 30% (confronto con le cifre del Netcraft SSL Survey Switzerland di settembre 2015). L’iniziativa FreeSSL lanciata da Hostpoint per un Internet svizzero sicuro supera così tutte le aspettative. Una semplice attivazione con un clic nel pannello di controllo Hostpoint e la possibilità di impiegare i certificati di cifratura FreeSSL anche per gli altri provider di Web hosting contribuiscono in modo sostanziale al successo.

          Per Internet sicuro
          Con l’iniziativa FreeSSL e la possibilità di cifratura gratuita per lo scambio di dati, Hostpoint assume un ruolo guida per Internet in Svizzera. Nessun altro provider di Web hosting elvetico ha mai offerto ai suoi clienti la cifratura gratuita dello scambio di dati. A breve un altro provider lancerà Let’s Encrypt con l’obiettivo di rendere Internet più sicuro. Il tutto all’insegna dell’iniziativa FreeSSL di Hostpoint. Perciò Hostpoint supporta in veste di sponsor questo ente certificatore di pubblica utilità con un importante contributo.

        • Hostpoint forma apprendisti
          fermare
          Rapperswil-Jona, 29 ottobre
          29 ottobre

          Hostpoint, il provider di Web hosting leader in Svizzera, a partire da agosto 2016 formerà per la prima volta un apprendista informatico gestionale. In questo modo l’azienda intende supportare attivamente gli sforzi del settore ICT per un numero maggiore di giovani informatici.

          Da anni Hostpoint punta a promuovere le nuove leve nel settore ICT e si impegna una volta all’anno nella giornata “Nuovo futuro”. Nell'ambito dell'evento “Ragazze e informatica: avanti!” il provider di Web hosting offre alle ragazze la possibilità di accostarsi all'informatica come campo professionale variegato dalle opportunità quasi illimitate. Da agosto 2016 Hostpoint formerà anche un informatico gestionale, perché gli apprendisti sono il potenziale per il futuro.

          La formazione a 360° gradi in informatica prevede una rotazione nei diversi reparti aziendali. L'apprendista svilupperà software, ma lavorerà anche nell’amministrazione dei sistemi o nel supporto, ottenendo così un'ampia formazione di base come informatico gestionale. Un responsabile ufficiale per la formazione e gli esperti dei diversi reparti accompagneranno il ragazzo per l’intero periodo dell’apprendistato.

          “Sono felice che la nostra azienda metta a disposizione un posto di apprendistato dal prossimo anno” afferma Pascal Schönholzer, Head of Education di Hostpoint. “In questo modo non solo offriamo ai giovani l’opportunità di entrare in un settore interessante, ma assolviamo anche un'importante funzione sociale. Inoltre”, prosegue Schönholzer, “diamo un contributo sostanziale nella lotta alla carenza di personale specializzato nel settore ICT”.

          Annuncio di lavoro per apprendisti informatici gestionali

        • Cifratura SSL gratuita per tutti i siti Web
          fermare
          Rapperswil-Jona, 30 settembre
          30 settembre

          Da ora i clienti Hostpoint riceveranno gratuitamente per ogni dominio un certificato SSL marchiato Symantec per una comunicazione cifrata. Il traffico dati sui siti Internet viene così cifrato in maniera efficace. L’iniziativa FreeSSL di Hostpoint è un traguardo importante per il più grande provider svizzero di Web hosting, che mira a incrementare significativamente la sicurezza di Internet.

          Hostpoint è il primo provider di Web hosting della Svizzera a lanciare i certificati SSL gratuiti. Per il cliente significa più sicurezza per i propri siti Web, dal momento che la potente cifratura a 256 Bit garantisce uno scambio sicuro di dati tra server Web e browser del visitatore. L’iniziativa FreeSSL è estesa a tutti i domini registrati presso Hostpoint o gestiti sui server di Hostpoint.

          Hostpoint rende sicuro Internet in Svizzera
          Con l’iniziativa FreeSSL Hostpoint assume il ruolo di pioniere in Svizzera: “Con i certificati gratuiti SSL facciamo un grosso passo avanti per una maggiore sicurezza in Internet”, spiega Markus Gebert, Chief Technical Officer e co-fondatore di Hostpoint. Per Hostpoint la sicurezza è al centro dell’attenzione, giorno dopo giorno. L’azienda si impegna molto nell’ambito della sicurezza IT, oltre che per quanto riguarda la lotta allo spam e alle frodi in Internet; è, inoltre, membro fondatore della Swiss Internet Security Alliance (SISA).

          Per i gestori di siti Web vale la pena passare tempestivamente alla comunicazione cifrata (riconoscibile dall’https:// nella barra degli indirizzi). Non solo Google ha annunciato di voler premiare i siti Web con cifratura SSL con risultati di ricerca migliori, ma anche produttori di browser Web come Firefox progettano di favorire in futuro siti Web cifrati con SSL.

          Maggiore sicurezza e fiducia con i certificati OV ed EV
          Per le aziende è consigliabile continuare a utilizzare certificati con Extended Validated e Organization Validated, per i quali Hostpoint ha diminuito significativamente i prezzi. In questo modo non viene soltanto cifrata la trasmissione di dati sensibili, ma confermano al contempo l’identità del gestore del sito Web e ne garantiscono così l’affidabilità. Con una barra degli indirizzi del browser del certificato “Extended Validation” (EV) colorata di verde le aziende mostrano immediatamente ai visitatori del proprio sito Internet l’alta serietà dell’offerta.

          Salda collaborazione con Symantec
          Per l’iniziativa FreeSSL Hostpoint utilizza i certificati “Symantec Secure Site Starter”. I certificati di Symantec, accettati da tutti i browser in uso e convalidati dal dominio, proteggono la trasmissione di dati sensibili sui siti Web con una potente cifratura fino a 256 Bit. Si tratta della protezione più potente attualmente disponibile.

        • È iniziata la registrazione dei domini .swiss
          fermare
          Rapperswil-Jona, 07 settembre
          07 settembre

          .swiss, i nuovi indirizzi Internet in esclusiva per le organizzazioni svizzere, possono essere registrati a partire da ora presso Hostpoint, il maggiore provider di Web hosting della Svizzera. Durante il periodo Sunrise dei domini .swiss e fino all’inizio di novembre 2015 i titolari di marchi, le aziende ed enti pubblici quali città e comuni avranno la possibilità esclusiva di assicurarsi tempestivamente il proprio dominio .swiss.

          Questa mattina l’Ufficio federale delle comunicazioni (UFCOM) ha aperto le registrazioni per i domini .swiss. Hostpoint, registrar ufficiale per i domini .swiss e unico provider svizzero di Web hosting con accreditamento ICANN, ha già trasmesso all’ufficio di registrazione le prime richieste per i domini .swiss per conto dei propri clienti. I prestigiosi domini .swiss mettono in luce su Internet le caratteristiche di qualità associate al marchio “Svizzera” e riconosciute in tutto il mondo. L’estensione .swiss è a disposizione esclusiva delle organizzazioni che mostrino un chiaro legame con la Svizzera.

          I titolari di marchi possono richiedere sin da subito il dominio .swiss
          Dal 7 settembre al 9 novembre 2015, durante il periodo Sunrise, è possibile richiedere i domini .swiss solamente per le denominazioni già protette da marchio (incluse le iscrizioni al registro di commercio), per le denominazioni di città e di comuni. I richiedenti devono inoltre disporre di un domicilio legale in Svizzera. Hostpoint è un registrar accreditato ufficialmente per i domini .swiss e accetta da subito richieste di registrazione.

          Prenotate ora i domini .swiss!
          A partire dall’11 gennaio 2016, quando scatterà l’apertura generale del dominio le persone giuridiche potranno presentare domanda per qualsiasi nome di dominio libero. Hostpoint accetta già ora queste richieste e le trasmette per tempo all’apertura del registro. I costi di Fr. 120.– IVA inclusa per dominio/anno vengono fatturati solo se la registrazione del nome del dominio ha avuto esito positivo.

        • .swiss – a breve su Hostpoint
          fermare
          Rapperswil-Jona, 25 agosto
          25 agosto

          La nuova estensione svizzera del dominio .swiss sarà presto operativa. A breve su Hostpoint sarà possibile inviare la richiesta di registrazione direttamente online.

          Dal 7 settembre al 9 novembre 2015 si potrà usufruire del cosiddetto Sunrise Period. In questo periodo i proprietari di marchi registrati nel Trademark Clearinghouse così come le denominazioni di enti giuridici, organizzazioni o persone giuridiche di diritto pubblico e alcuni nomi protetti dal diritto svizzero sui marchi potranno fare richiesta di registrazione.

          Dall’11 gennaio 2016 la registrazione di domini con estensione .swiss sarà aperta a tutti coloro che soddisfano i requisiti previsti.

          È previsto quindi ancora un periodo di attesa. Altre informazioni dettagliate saranno pubblicate sul nostro sito Web.

        • Hostpoint continua a crescere con vigore
          fermare
          Rapperswil-Jona, 20 febbraio
          20 febbraio

          Hostpoint, il principale provider di web hosting in Svizzera, continua a crescere con vigore e nello scorso esercizio ha registrato un fatturato pari a 11.7 milioni di franchi, con un aumento dell’11,4%. L’azienda segna così una crescita continua nell’ordine di due cifre percentuali, come già avvenuto negli anni precedenti.

          Nello scorso esercizio Hostpoint, il provider di web hosting di Rapperswil-Jona, ha visto crescere il suo fatturato, che si è attestato su 11.7 milioni di franchi. Una cifra che corrisponde a un aumento dell’11,4% rispetto all’anno precedente (10.5 milioni di franchi). Alla fine del 2014 Hostpoint gestiva 200 000 siti web e 280 000 nomi di dominio per conto dei suoi clienti.

          Hostpoint punta esclusivamente sulla Svizzera come piazza produttiva e salva i dati dei suoi clienti solo su server propri ubicati nel paese, offrendo servizi completi di assistenza, sviluppo o amministrazione. A tale scopo, negli uffici di Rapperswil-Jona vengono impiegati 41 collaboratori fissi (5 in più rispetto all’anno precedente).

          Hostpoint – il Registrar di domini per la Svizzera
          Nell’anno in corso, quasi 800 000 nomi di dominio registrati presso SWITCH dovranno essere trasferiti a un nuovo partner. Alla base di tale decisione vi è la nuova “Ordinanza sui domini Internet” che impone a SWITCH di rinunciare alle relazioni commerciali con i clienti finali. Con il tool di trasferimento messo a punto da Hostpoint i titolari di domini .ch possono trasferire i propri domini in modo intuitivo e gratuito, inoltre Hostpoint tiene pienamente conto della validità residua.

          Grazie al pannello di controllo per domini, i titolari hanno pieno controllo sui propri domini e sono del tutto indipendenti dal provider. Mentre in SWITCH finora dovevano essere registrati sempre i server DNS esterni, i clienti Hostpoint possono impostare anche reindirizzamenti di dominio oppure utilizzare l’editor DNS per configurare i record del server dei nomi secondo le proprie esigenze, in modo gratuito e senza obbligo di acquisto di un pacchetto di web hosting. In questo modo i nomi di dominio registrati in Hostpoint possono essere gestiti anche con altri fornitori di web hosting.

          In qualità di unico provider di web hosting in Svizzera accreditato dall’ICANN, ovvero la massima autorità in fatto di gestione del sistema di nomi di dominio, l’azienda di Rapperswil-Jona garantisce, inoltre, la sicurezza più elevata possibile nella gestione dei nomi di dominio.

        • Hostpoint potenzia i servizi di domini
          fermare
          Rapperswil-Jona, 21 gennaio
          21 gennaio

          Nel 2015 SWITCH sospende le relazioni commerciali con i clienti finali con domini .ch. Come conseguenza circa 400 000 titolari di domini devono trasferire i loro nomi di dominio .ch. Hostpoint potenzia i servizi relativi ai nomi di dominio con hosting DNS gratuito, trasferimento di domini e un Pannello di controllo per dominio rielaborato.

          Quasi 800 000 nomi di dominio .ch registrati presso SWITCH dovranno essere trasferiti a un nuovo partner di domini nell’anno in corso. Alla base di tale decisione vi è la nuova “Ordinanza sui domini Internet” che impone a SWITCH di rinunciare alle relazioni commerciali con i clienti finali. Il tool di trasferimento di Hostpoint consente ai titolari di dominio di effettuare il trasferimento comodamente con pochi clic. Non vi è alcuna necessità di maneggiare complicati codici di trasferimento e il dominio resta sempre raggiungibile, anche durante il trasferimento.

          Gratuito con ogni dominio: hosting DNS e utili servizi aggiuntivi
          I titolari di nomi di dominio registrati in Hostpoint beneficiano di servizi aggiuntivi gratuiti non offerti da SWITCH. Ciascun dominio registrato in Hostpoint può essere configurato con un inoltro personalizzato, le registrazioni DNS possono essere modificate con il comodo editor DNS oppure, come in passato presso SWITCH, gestite con i propri server dei nomi. Hostpoint è uno dei pochi fornitori svizzeri che già oggi consente il funzionamento e trasferimento di domini .CH con DNSSEC, se il cliente gestisce a tale scopo un proprio server dei nomi. Tutto ciò è già incluso nella registrazione del dominio, pertanto non è necessario l’acquisto di un pacchetto di web hosting.

          Per la gestione e configurazione è disponibile il Pannello di controllo per dominio rielaborato di Hostpoint, che offre ai titolari di dominio il pieno controllo in ogni momento sui loro domini, rendendoli indipendenti dai provider. I servizi web ed e-mail possono essere gestiti in modo indipendente da Hostpoint presso qualsiasi fornitore di hosting ovunque nel mondo.

          Oltre 370 domini di paese e tutti i domini di primo livello generici
          Con oltre 379 domini di paese (come ad es. .ch, .de o .at) e tutti i domini di primo livello generici (classici come ad es. .com oppure .org nonché nuovi come ad es. .guru o .sexy) Hostpoint (https://www.hostpoint.ch/it/domini/domini.html) mette a disposizione uno dei più ampi portafogli di domini della Svizzera.

          Con Hostpoint in qualità di partner per nome di dominio, i clienti beneficiano non soltanto dell’intuitivo Pannello di controllo per dominio, bensì anche dell’assistenza gratuita tramite telefono, e-mail e Skype. In qualità di unico fornitore di web hosting svizzero accreditato dall’ICANN, ovvero la massima autorità in fatto di gestione del sistema di nomi di dominio, Hostpoint garantisce, inoltre, la sicurezza più elevata possibile nella gestione dei nomi di dominio.

        2014

          • Analizzare la presenza sul web con Hostpoint Logaholic
            fermare
            Rapperswil-Jona, 27 maggio
            27 maggio

            Con Logaholic Hostpoint, il principale provider di web hosting in Svizzera, lancia una nuova e interessante soluzione statistica per valutare il flusso di visitatori e il loro comportamento sui siti web. La moderna soluzione cloud non offre soltanto il monitoraggio delle visite, ma anche tool di analisi web, monitoraggio del conversion rate e valutazione delle interazioni sociali. I clienti di Hostpoint hanno a disposizione una versione gratuita di Logaholic Basic, che sostituisce l’attuale programma di statistica Awstats.

            Con Logaholic Hostpoint propone una soluzione cloud che non si limita a valutare il flusso di visitatori. Il grande vantaggio? Logaholic utilizza per l’analisi non solo dati derivati dall’utilizzo di JaveScript sui siti web, ma anche i dati di log dei server stessi. Grazie alla combinazione di questi due flussi di dati Logaholic fornisce delle valutazioni molto più precise, rispetto a quanto possano offrire, per motivi tecnici, gli strumenti basati solo su Java, come Google Analytics.

            Diversamente dagli altri programmi di statistica, Hostpoint Logaholic non fornisce solo le classiche informazioni relative a numero di visitatori, pagine più visitate e siti di provenienza, ma anche una panoramica del traffico in entrata, delle performance, dell’utilizzo del browser e del sistema operativo nonché dei dispositivi impiegati, solo per citare qualche esempio. Logaholic permette inoltre di effettuare test comparati basati su contenuto, tempo e URL, mette a disposizione dati statistici su pagine, fan e app di Facebook e, con l’integrazione dei dati provenienti dai software per negozi online come OpenCart e ZenCart, si trasforma in una centrale operativa per l’e-commerce.

            I dati restano dove devono restare
            Con Logaholic i dati sensibili restano sempre là dove devono restare. Diversamente da altri servizi di hosting esterni, i dati usati per le valutazioni di Logaholic non vengono in nessun caso trasmessi all’estero. Tutte le analisi vengono effettuate su server di Hostpoint in Svizzera. Questo permette di garantire la massima sicurezza in fatto di protezione dei dati e supporto.

            Potete fidarvi – software as a service per una sicurezza maggiore
            Logaholic è il componente più giovane della famiglia di prodotti “software as a service” di Hostpoint. Proprio come il sistema modulare per la creazione di siti Internet, i webshop e-commerce o il SEO-Trainer rankingCoach, anche Logaholic è gestito direttamente da Hostpoint. Quali sono i vantaggi di questa soluzione? Il cliente non dovrà far altro che concentrarsi solo ed esclusivamente sull’utilizzo del software, mentre Hostpoint da dietro le quinte si occuperà del suo regolare funzionamento, degli aggiornamenti e della sicurezza.

            Gratis per i clienti Hostpoint
            Logaholic è disponibile in tre varianti: Basic, Pro e Commerce. La versione di base è integrata in tutti i pacchetti hosting di Hostpoint e sostituisce l’attuale programma di statistica Awstats, ormai superato. Questo passaggio avverrà a scaglioni nei prossimi mesi. Le versioni Pro e Commerce forniranno gli strumenti adeguati ai clienti che necessitano di un’analisi più dettagliata delle visite ai propri siti.

          • Hostpoint sostituisce gratuitamente i certificati SSL
            fermare
            Rapperswil-Jona, 10 aprile
            10 aprile

            In seguito alla scoperta della falla di sicurezza SSL ribattezzata “Heartbleed”, Hostpoint ha reagito immediatamente e aggiornato tutti i sistemi nell’arco di poche ore. La sicurezza dei dati dei clienti è sempre al primo posto per il principale provider di web hosting in Svizzera. Hostpoint pertanto non sostituisce gratuitamente soltanto i propri certificati, bensì tutti i certificati SSL dei clienti!

            Nella notte dello scorso martedì 8 aprile 2014 è stata scoperta una grave vulnerabilità nella libreria OpenSSL, che viene utilizzata tra le altre cose per i collegamenti crittografati (SSL). Hostpoint, il principale fornitore di web hosting in Svizzera, ha reagito immediatamente e introdotto le misure necessarie. Tutti i sistemi di Hostpoint sono stati aggiornati dai tecnici già martedì, poche ore dopo la scoperta del bug.

            La tipologia di questa falla di sicurezza in OpenSSL non fa tuttavia escludere con certezza la compromissione dei certificati di sicurezza a opera di “Heartbleed”. Hostpoint ha pertanto sostituito tutti i certificati di servizi quali server e-mail, Pannello di controllo Hostpoint, webmail, ecc.

            Certificati dei clienti sostituiti gratuitamente
            La sicurezza dei dati dei clienti è sempre al primo posto per Hostpoint, pertanto i suoi clienti possono sostituire i propri certificati SSL gratuitamente già da martedì 8 aprile 2014. In una seconda fase, il provider di web hosting sostituirà in modo automatico tutti i certificati SSL dei clienti acquistati in Hostpoint, in modo da evitare ai clienti ulteriore dispendio di tempo. A tale scopo Hostpoint ha preso contatto con i produttori dei certificati al fine di preparare il passaggio tecnico per la sostituzione di diverse migliaia di certificati. L’azienda informerà direttamente i clienti interessati sull’avanzamento delle operazioni.

            Modifica delle password
            Hostpoint suggerisce inoltre, come ulteriore misura precauzionale, di sostituire regolarmente le password anche indipendentemente dall’attuale bug SSL.

          • Hostpoint lancia la soluzione SEO da cloud
            fermare
            Rapperswil-Jona, 04 febbraio
            04 febbraio

            L’ottimizzazione per motori di ricerca finora era cara e complicata. Con rankingCoach Hostpoint lancia sul mercato, come novità esclusiva per la Svizzera, una soluzione SEO conveniente e professionale per PMI. rankingCoach è strutturato in modo tale da consentire anche ai principianti un’ottimizzazione passo per passo senza dover prendere in considerazione l’assistenza di costose agenzie SEO.

            Chi intende fare affari in Internet deve necessariamente confrontarsi con l’ottimizzazione per i motori di ricerca dei propri siti Web. Perché soltanto chi riesce a comparire in alto nei risultati di ricerca di Google & Co. viene trovato dagli utenti. Il risultato? Un numero superiore di ordini e un fatturato più alto.

            Ottimizzazione raffinata per motori di ricerca anche per principianti
            Il software SEO rankingCoach, reso disponibile da Hostpoint in esclusiva per la Svizzera, semplifica incredibilmente l’ottimizzazione mirata per motori di ricerca e, grazie a tutorial video esaustivi, risulta facilmente utilizzabile anche dai principianti. rankingCoach crea una strategia di ottimizzazione appositamente studiata per il proprio sito web .

            Per farlo rankingCoach analizza il posizionamento nel motore di ricerca dei siti web da ottimizzare, rileva il monitoraggio delle keyword, crea analisi di visibilità e mostra all’utente quali misure sono necessarie per l’ottimizzazione con elenchi di task e tutorial dettagliati. rankingCoach monitora i risultati conseguiti e analizza costantemente i progressi di ottimizzazione. Delle funzioni di reporting automatiche mostrano i trend e le oscillazioni attuali e tracciano le posizioni nei risultati di ricerca dei concorrenti.

            Conveniente e indipendente dal fornitore di web hosting
            Con rankingCoach di Hostpoint il coinvolgimento di costose agenzie SEO appartiene al passato. Grazie al conveniente software cloud anche i principianti possono ottenere risultati professionali nell’ottimizzazione per motori di ricerca. Concepito come applicazione cloud, rankingCoach di Hostpoint funziona in modo indipendente dal provider di web hosting. Così rankingCoach può essere impiegato per ciascun sito Web indipendentemente dal provider che effettua l’hosting del sito web.

            In esclusiva da Hostpoint
            Hostpoint, il più grande fornitore di web hosting della Svizzera offre rankingCoach, attualmente in esclusiva in Svizzera, in una versione appositamente adattata al mercato elvetico. “Grazie a questa partnership esclusiva sono lieto di poter offrire ora anche ai clienti svizzeri un’eccellente applicazione SEO, vincitrice del premio per l’innovazione IT tedesco” afferma Yvan Knapp, COO di Hostpoint. “Con rankingCoach i nostri clienti usufruiscono di una soluzione potente per potersi distinguere dalla concorrenza in Internet e ottenere una maggiore affluenza di visitatori. E quindi, avere più successo.”

            rankingCoach è attualmente disponibile solo in tedesco. Altre lingue seguiranno.

          • Hostpoint varca la soglia dei 10 milioni di fatturato
            fermare
            Rapperswil-Jona, 29 gennaio
            29 gennaio

            Hostpoint, il principale provider di web hosting in Svizzera, ha concluso lo scorso anno economico superando per la prima volta la soglia dei 10 milioni di fatturato. Rispetto all’anno precedente, le vendite hanno registrato un aumento del 10,5%, raggiungendo così i 10.5 milioni di franchi.

            Hostpoint, il provider di web hosting di Rapperswil-Jona, continua a crescere da anni con le proprie forze. Con un fatturato di 10.5 milioni di franchi realizzato nell’anno d’esercizio appena concluso, l’azienda ha superato per la prima volta la soglia dei 10 milioni di franchi: una cifra che rappresenta un aumento del 10,5% rispetto al dato dell’anno precedente (9.5 milioni di franchi). Alla fine del 2013 Hostpoint ha potuto contare 180 000 siti web e 210 000 nomi di dominio.

            Investimenti milionari nella sede svizzera
            In qualità di azienda svizzera, Hostpoint si basa completamente sulla propria presenza a livello nazionale. Tale approccio non significa solo che tutti i dati registrati dai clienti sono salvati su propri server in Svizzera, ma anche che Hostpoint investe costantemente nelle sue radici svizzere. Infatti, l’azienda fornisce tutti i servizi dalla Svizzera: dall’assistenza, passando per lo sviluppo fino all’amministrazione. A tale scopo, negli uffici di Rapperswil-Jona vengono impiegati 36 collaboratori fissi (6 in più rispetto all’anno precedente). Al fine di consolidare i presupposti per un’ulteriore crescita, negli ultimi 18 mesi sono stati investiti 2.8 milioni di franchi nell’ampliamento dell’infrastruttura gestita esclusivamente in Svizzera.

            Accreditamento ICANN e propria offerta di corsi alla Scuola Club Migros
            Nel novembre 2013 Hostpoint ha conseguito l’ambito status di registrar accreditato ICANN, che l’ha reso il primo e finora unico provider svizzero di web hosting rappresentato direttamente nella ristretta cerchia ICANN. Anche la partnership di lunga data con la Scuola Club Migros è stata consolidata. In collaborazione con l’istituto di formazione per adulti leader in Svizzera, il provider di web hosting offre ora anche propri corsi concepiti in-house, che vengono tenuti dagli insegnanti della Scuola Club. Inoltre, a dicembre è stato lanciato il tanto atteso nuovo Pannello di Controllo, lo strumento gestionale per i clienti hosting. In combinazione con l’ID Hostpoint, questa soluzione consente l’amministrazione di più account hosting con un unico login, una gestione comoda dei nomi di dominio e la possibilità assegnare deleghe di accesso ad altre persone e fornitori di servizi (ad es. web designer o webmaster).

          • Hostpoint lancia il nuovo Pannello di controllo
            fermare
            Rapperswil-Jona, 14 gennaio
            14 gennaio

            Un login universale per tutti i servizi e i web hosting, deleghe di accesso con un clic del mouse e chiara gestione dei contratti: con il nuovo Pannello di controllo Hostpoint, i clienti del principale provider di web hosting potranno usufruire da subito di un modernissimo strumento di gestione pensato apposta per i servizi di web hosting.

            Il Pannello di controllo è il "cuore" nonché una delle pagine più visitate di ciascun provider di web hosting. I clienti lo utilizzano per gestire le impostazioni dei loro siti web e dei database, per configurare i nomi di dominio, creare indirizzi e-mail e attivare la deviazione delle e-mail, aggiungere database con un solo clic del mouse o scaricare i backup dei dati del proprio sito Internet.

            Naturalmente queste pagine non devono essere solo informative, ma soprattutto intuitive e utilizzabili su tutti i dispositivi di ultima generazione. Gli sviluppatori hanno tenuto particolarmente conto di questi requisiti per il nuovo Pannello di controllo, sviluppato completamente in-house a Rapperswil-Jona. Il risultato convince: il nuovo Pannello di controllo non solo sorprende con un layout grafico moderno e intuitivo, bensì offre molte novità che rendono ancora più semplice e comoda la gestione dei servizi di hosting.

            Un login per tutto: possibile grazie all'ID Hostpoint personale
            Soprattutto chi gestisce più clienti dei servizi di web hosting apprezzerà particolarmente il nuovo ID Hostpoint. Con l'ID Hostpoint personale è possibile gestire infatti tutti i servizi di Hostpoint senza dover rieffettuare il login per ogni account. Tre account di web hosting, quattro nomi di dominio e due shop online? Con l'ID Hostpoint personale è sufficiente un solo login per avere accesso a tutti i servizi. Più comodo di così non si può!

            Chi può fare cosa: maggiore sicurezza con le deleghe
            Sono passati i tempi in cui dovevate comunicare al vostro web designer i vostri dati di login personali. Ora, con l'ID Hostpoint è possibile creare deleghe per ciascun web hosting in tutta comodità. Chi conferisce le deleghe può decidere con un solo clic del mouse quali funzioni può eseguire il delegato, nonché revocare la delega con altrettanta semplicità. I vantaggi sono evidenti: i dati del login restano personali e i delegati hanno accesso solo alle funzioni essenziali. Inoltre, l'accesso ai dati relativi a contratto e fatturazione resta riservato solo al rispettivo titolare.

            Funzioni avanzate nel 2014
            Quest'anno, la gamma di funzioni del Pannello di controllo Hostpoint verrà notevolmente ampliata. Con l'integrazione della contabilità online, i clienti Hostpoint avranno in futuro una panoramica più comoda sul loro account e potranno cambiare titolari, effettuare pagamenti o disdette con un semplice clic del mouse. Con la fattura elettronica o PayNet i clienti potranno inoltre ricevere e pagare le loro fatture direttamente nell'e-banking del loro istituto finanziario.

          2013

            • Hostpoint ottiene la qualifica di registrar accreditato ICANN
              fermare
              Rapperswil-Jona, 19 novembre
              19 novembre

              Hostpoint, il provider di web hosting leader in Svizzera, è stato accreditato come registrar ufficiale dalla Internet Corporation for Assigned Names and Numbers (ICANN). Hostpoint è quindi il primo provider di web hosting in Svizzera ad aggiudicarsi l'ambito accreditamento ICANN.

              Con il conseguimento della qualifica di registrar accreditato ICANN, il provider di web hosting numero uno in Svizzera potrà registrare in futuro, direttamente e senza intermediari, nomi di dominio con estensioni come .com, .net., .org, .biz e .info, nonché .aero, .asia, .cat, .coop, .jobs, .mobi, .museum, .name, .pro, .tel, .travel e.xxx. I vantaggi sono evidenti: lo svolgimento delle procedure direttamente da parte di Hostpoint in qualità di registrar accreditato ICANN, non solo riduce la tempistica per le nuove registrazioni, ma soprattutto aumenta la sicurezza e l'affidabilità nella gestione dei nomi di dominio.

              Programma di verifica multilivello ICANN
              L'accreditamento di Hostpoint è stato preceduto dal rigoroso programma di verifica multilivello della ICANN. Tale accertamento valuta diversi aspetti: dalla stabilità finanziaria del candidato a considerazioni di natura organizzativa e legale. "In qualità di provider di web hosting leader in Svizzera, il conseguimento dell'accreditamento ICANN conferma il livello d'eccellenza che caratterizza la nostra azienda", si rallegra Sandro Bertschinger, co-fondatore e CFO di Hostpoint. "Con il raggiungimento di questo traguardo abbiamo compiuto un ulteriore passo verso il nostro obiettivo di fornire i migliori servizi di web hosting in Svizzera", prosegue Bertschinger.

            • Notevole aumento di fatturato per Hostpoint
              fermare
              Rapperswil-Jona, 29 gennaio
              29 gennaio

              Hostpoint, il fornitore di web hosting leader in Svizzera, ha concluso l’ultimo anno economico con una forte crescita del fatturato. Nel 2012 il volume d’affari ha raggiunto i 9,5 milioni di franchi: una cifra che corrisponde ad un aumento di circa il 12 percento rispetto all’anno precedente.

              La costante crescita di Hostpoint è proseguita anche lo scorso anno. Rispetto al 2011 (8,5 milioni di franchi), il fatturato ha registrato infatti un significativo aumento del 12 percento, raggiungendo i 9,5 milioni di franchi. Alla fine del 2012, il provider di web hosting ha potuto così contare 165'000 siti e 190'000 nomi di dominio gestiti.

              Assistenza personale – anche sul posto
              Hostpoint continua a puntare con successo sul contatto diretto con i clienti. L’assistenza via Skype, introdotta l’anno scorso, e la consulenza gratuita sul posto presso gli uffici di Rapperswil-Jona, riservata ai clienti con un Business Server, Webshop Server o Managed Server, vengono attivamente sfruttate. Tali offerte completano così i collaudati servizi di supporto telefonico e via e-mail (operativi anche nei weekend e nei giorni festivi). Tutti i canali di assistenza sono ovviamente gestiti dall’azienda stessa e non sono quindi forniti né da call center esterni né da altre sedi all’estero.

              1,3 miliardi di mail, 90'000 richieste di assistenza e 17'520 tazze di caffè
              L’anno scorso i clienti di Hostpoint hanno ricevuto in tutto 1,35 miliardi di mail, di cui quasi 1,29 miliardi sono state identificate come spam e conseguentemente bloccate. Nel 96 percento dei casi si è trattato quindi di posta indesiderata: una quota che ha costituito gran parte dei messaggi elettronici ricevuti e che ha reso necessario un notevole sforzo per filtrare il flusso dei dati. L’assistenza clienti ha risposto a circa 41'000 richieste di assistenza per e-mail e a quasi 48'000 telefonate – un impegno accompagnato da adeguati momenti di pausa per i collaboratori di Hostpoint, ad esempio con 17’520 tazze di caffè e 6'935 tazze di tè nel 2012.

            2012

              • Partnership tra Hostpoint e PostFinance
                fermare
                Rapperswil-Jona, 19 dicembre
                19 dicembre

                Hostpoint, il provider di web hosting numero uno in Svizzera, stipula una partnership con PostFinance. I clienti di Hostpoint con un webshop usufruiscono da subito dei servizi di pagamento perfettamente integrati di PostFinance, ricevendo così una soluzione di e-commerce semplicemente perfetta.

                La gestione di un proprio shop online è una delle idee imprenditoriali più popolari in Internet. Tuttavia, l’idea da sola non basta più ai giorni d’oggi, in quanto soltanto uno svolgimento fluido dei pagamenti online contribuisce a una maggiore soddisfazione dei clienti nel settore del commercio elettronico. Con le nuove soluzioni di Payment Service Providing di PostFinance, direttamente integrate nei webshop di Hostpoint, gli operatori di e-commerce soddisfano tutte le esigenze dei loro clienti. Gli acquisti online vengono comodamente pagati tramite il computer o lo smartphone, mentre l’interfaccia di pagamento di PostFinance – certificata PCI – garantisce la massima sicurezza. Oltre 100 accordi con banche e contratti di acquiring in tutto il mondo garantiscono inoltre una copertura del mercato ottimale.

                Oltre 50 modalità di pagamento locali e internazionali
                Grazie alla partnership con PostFinance, i clienti di Hostpoint non usufruiscono solo dell’esperienza del principale provider svizzero di web hosting, ma anche del know-how dell’operatore numero 1 nel traffico svizzero dei pagamenti. La perfetta integrazione dell’interfaccia di pagamento PostFinance permette ai gestori di webshop di concentrarsi completamente sulle proprie competenze principali. Sia per uno shop locale con una sola valuta e una sola lingua sia per un’offerta internazionale di e-commerce in diverse lingue: le soluzioni di e-payment PostFinance integrate negli webshop di Hostpoint supportano oltre 50 modalità di pagamento locali e internazionali. La maschera di pagamento è disponibile in 23 lingue.

                Registrandosi entro il 31 marzo 2013, i clienti di Hostpoint riceveranno uno sconto del 50 percento sulla tassa setup delle soluzioni di Payment Service Providing offerte da PostFinance.

                Yvan Knapp, Chief Customer Officer di Hostpoint, è soddisfatto della partnership: “Con PostFinance, l’operatore numero 1 nel traffico svizzero dei pagamenti, abbiamo trovato un partner rinomato e affidabile. Insieme possiamo offrire una perfetta soluzione di e-commerce, in grado di stare al passo con la forte crescita di questo settore – il tutto da un unico fornitore”.

              • Trasferimento delle e-mail con Hostpoint: più comodo di così non si può
                fermare
                Rapperswil-Jona, 08 novembre
                08 novembre

                Il trasferimento manuale degli account e-mail con il cambio del provider di posta o di web hosting è l’incubo di molti utenti. Ora non più: con il nuovo servizio di trasferimento e-mail offerto da Hostpoint e audriga, le vostre e-mail vengono trasferite a Hostpoint in modo completamente automatico.

                Il cambio del provider di posta elettronica o di web hosting crea non pochi problemi agli utenti, in quanto il trasferimento delle mail dall’attuale al nuovo provider non solo richiede un know-how tecnico, ma è anche laborioso e scomodo. Con il nuovo servizio di trasferimento e-mail, offerto da Hostpoint in collaborazione con l’azienda audriga GmbH di Karlsuhe, il passaggio a Hostpoint diventa semplicissimo.

                Non importa se volete trasferire uno o cinquanta account, dieci o mille e-mail e complesse strutture di cartelle – con il nuovo servizio basato su cloud è possibile importare le mail in modo indipendente, completamente automatico e senza bisogno di installare ulteriori software. L’utente può inoltre seguire in qualsiasi momento l’avanzamento del trasferimento su una pagina di status.

                Il servizio di trasferimento basato su cloud, supporta come sorgente di dati tutti i provider di posta elettronica che utilizzano il protocollo IMAP o POP3. Numerosi provider svizzeri di posta elettronica e di web hosting, così come le altre offerte conosciute di provider internazionali, sono già preconfigurati. Durante il trasferimento, tutte le cartelle e le mail vengono copiate nell’account di destinazione di Hostpoint esattamente come si trovavano nell’account originario prima dell’importazione. Tutte le mail vengono inoltre crittografate con SLL e trasferite quindi in totale sicurezza.

                Il nuovo servizio di trasferimento e-mail è disponibile da subito presso Hostpoint. Indipendentemente dal pacchetto scelto, i nuovi clienti ricevono un buono per cinque trasferimenti gratuiti. Per ogni ulteriore account il servizio costa 12 franchi e può essere ordinato dai clienti già esistenti direttamente tramite il pannello di controllo di Hostpoint.

                “Con il nostro servizio automatico di trasferimento e-mail, i nostri clienti hanno la possibilità di trasferire comodamente le proprie mail senza muovere un dito”, si rallegra Yvan Knapp, Chief Customer Officer di Hostpoint. “Il servizio di trasferimento rappresenta un ulteriore traguardo per il nostro obiettivo di fornire i migliori servizi di web hosting in Svizzera.”

              • «Hostpoint CheckIn»: ora vi assistiamo anche sul posto!
                fermare
                Rapperswil-Jona, 05 novembre
                05 novembre

                Con «Hostpoint CheckIn», il provider di web hosting numero uno in Svizzera presenta una novità assoluta a livello nazionale: i clienti di Hostpoint usufruiscono da subito dell’assistenza sul posto a Rapperswil-Jona, attraverso un incontro diretto e personale con i nostri specialisti. E il tutto completamente gratis!

                La maggior parte dei problemi viene risolta dai nostri specialisti al telefono o con un’e-mail in modo semplice e veloce. Talvolta i nostri clienti – sia gli utenti esperti sia i principianti – hanno tuttavia domande a cui è difficile fornire una risposta esauriente per telefono o via e-mail. Con «Hostpoint CheckIn» questi problemi appartengono ormai al passato: i clienti Business Server, Webshop Server e Managed Server di Hostpoint possono usufruire adesso di una consulenza gratuita e personale direttamente sul posto, che si svolge attraverso un colloquio con uno specialista negli uffici di Hostpoint a Rapperswil-Jona.

                Non importa se si desidera un’introduzione approfondita sul nostro webshop, una spiegazione del nostro pannello di controllo o chiarimenti su come configurare la soluzione di collaboration Open-Xchange: nelle apposite sale di «Hostpoint CheckIn» i nostri specialisti assistono i clienti con le parole e con i fatti. E il tutto assolutamente gratis!

                Prendere un appuntamento personale per il servizio CheckIn è semplicissimo: i clienti accedono al pannello di controllo Hostpoint e fissano il loro appuntamento in pochi clic.

                Assistenza gratuita anche tramite Skype
                Da poco è possibile contattare gli specialisti del team di assistenza Hostpoint anche tramite il servizio telefonico online offerto da Skype. Un clic sull’icona di Skype sul sito di Hostpoint mette in collegamento il cliente con il primo collaboratore disponibile. Se il cliente ha installato Skype, la telefonata è gratuita.

                “Con «Hostpoint Checkin», l’assistenza telefonica e tramite Skype nonché il supporto via e-mail operativo anche nei weekend e nei giorni festivi, l’assistenza offerta ai nostri clienti non è solo la migliore, ma è anche la più completa del settore”, afferma Yvan Knapp, Chief Customer Officer di Hostpoint.

              • Hostpoint è il miglior datore di lavoro per le donne
                fermare
                Rapperswil-Jona, 06 marzo
                06 marzo

                Il portale di valutazione dei datori di lavoro kununu.com ha eletto il principale provider svizzero di web hosting Hostpoint come il datore di lavoro svizzero più vicino alle donne. Parità nel lavoro quotidiano, orari flessibili e la possibilità di lavorare da casa rendono Hostpoint l’azienda svizzera ideale per le donne.

                In un’analisi attuale e multisettoriale effettuata in occasione della giornata internazionale della donna l’8 marzo 2012, kununu.com ha individuato in base a valutazioni sui datori di lavoro quelle aziende che considerano con particolare attenzione le necessità delle dipendenti femminili e che offrono benefici come «orari di lavoro flessibili» e «home office». Hostpoint, il provider di web hosting con sede a Rapperswil-Jona, ha raggiunto il primo posto con un voto complessivo di 4,32 (voto massimo 5).

                «Sono molto contento della nomina quale miglior datore di lavoro svizzero per le donne. Tale riconoscimento mostra ancora una volta come i nostri sforzi per aumentare la soddisfazione dei nostri collaboratori attraverso misure mirate siano la strada giusta», afferma il co-fondatore di Hostpoint Sandro Bertschinger. «Le pari opportunità costituiscono per Hostpoint una questione centrale, che consideriamo molto seriamente. Il fatto che questo impegno ci abbia reso il miglior datore di lavoro svizzero per le donne rappresenta per me un grande stimolo per continuare a considerare in modo mirato proprio le richieste delle dipendenti femminili nei confronti del loro datore di lavoro.»

              • Thomas Brühwiler nominato Head of Communication di Hostpoint
                fermare
                Rapperswil-Jona, 31 gennaio
                31 gennaio

                Dal 1° febbraio 2012 Thomas Brühwiler assumerà la funzione di Head of Communication di Hostpoint, il principale webhosting provider della Svizzera. Brühwiler ha finora ricoperto la carica di Chief Social Media Officer di Hostpoint e, anche nel quadro della carica di nuova creazione, manterrà la responsabilità sulle attività di Social Media. Nel suo nuovo ruolo di Head of Communication, Brühwiler fungerà da interlocutore per i mass media e coordinerà le attività di comunicazione di Hostpoint.

                Il 42enne Brühwiler, che da sette anni gestisce sotto il nome "BloggingTom" uno dei più noti weblog della Svizzera, oltre ad essere impiegato al 40% presso Hostpoint, è stato finora attivo quale giornalista per i portali di notizie inside-it.ch e inside-channels.ch. Dal 1° febbraio egli si dedicherà a tempo pieno ad Hostpoint, assumendo la responsabilità per la comunicazione del principale webhosting provider della Svizzera.

              • Nuovo fatturato record per Hostpoint nel 2011
                fermare
                Rapperswil-Jona, 12 gennaio
                12 gennaio

                Hostpoint, il maggiore fornitore di web hosting in Svizzera, ha concluso l’ultimo anno economico 2011 con una forte crescita del fatturato. Il volume d’affari è riuscito a raggiungere negli ultimi dodici mesi 8,5 milioni di franchi: una cifra che corrisponde ad un aumento del 6,25 percento rispetto all’anno precedente (8,0 milioni di franchi). Così Hostopoint, proprio per l’anno del suo decimo anniversario, può registrare un ulteriore record di fatturato.

                Il merito di questa forte crescita spetta in primo luogo ai Managed Server lanciati alla fine del 2009 e progettati per utenti esigenti, nonché ai nuovi Webshop basati su cloud e inclusi nell’offerta lo scorso anno. Anche nei classici servizi di web hosting l’azienda di Rapperswil-Jona ha potuto compiere ulteriori progressi. Hostpoint cura attualmente 150.000 siti internet e 170.000 domini.

                Sandro Bertschinger, Chief Financial Officer (CFO) di Hostpoint, commenta a questo proposito: "Sono molto contento che anche nel decimo anno dalla nostra fondazione abbiamo continuato a crescere fortemente e con le nostre proprie forze. Lo sviluppo positivo generale, e in particolare nell’ambito dei Managed Server e dell’E-commerce, mostra l’attrattività delle nostre offerte e la loro adeguatezza ai bisogni dei clienti."

              2011

                • Hostpoint lancia il sistema modulare di nuova generazione per la creazione di siti internet
                  fermare
                  Rapperswil-Jona, 12 dicembre
                  12 dicembre

                  Per creare il proprio sito in modo intuitivo e senza essere esperti di programmazione. Il provider di web hosting numero uno in Svizzera lancia oggi con Hostpoint SITES un sistema modulare performante, basato su cloud e dall’utilizzo intuitivo per la creazione di un proprio sito internet. Senza grandi sforzi e soprattutto senza bisogno di nozioni tecniche e competenze nel web design!

                  Modelli elaborabili, numerosi e pratici widgets come l’integrazione di Facebook e Twitter oppure la semplice possibilità d’inserire video da YouTube & Co. assicurano inoltre una personalizzazione inconfondibile del proprio sito internet. La versione base di Hostpoint SITES è disponibile nei pacchetti di web hosting SMART e BUSINESS – addirittura gratis.

                  Per i privati, le associazioni o le piccole e medie imprese: con l’innovativa soluzione di Hostpoint SITES i clienti creano il loro sito in modo semplice ed efficace, integrando anche sofisticate funzioni in un batter d’occhio. Non importa se si tratta di moduli di contatto, album fotografici, calendari degli eventi o addirittura un proprio online shop. Grazie all’interfaccia grafica è possibile inserire funzioni subito disponibili con l’operazione drag & drop. Persino un database d’immagini gratuito, dal quale si possono prelevare immagini da inserire nel proprio sito, e un pratico file manager sono inclusi nel prezzo, garantendo risultati all’altezza degli standard più moderni. E il vantaggio più grande: grazie alle numerose possibilità di personalizzazione offerte da Hostpoint SITES, non si nota che i siti internet creati sono "modulari", come nel caso di molti prodotti concorrenti.

                  E molto altro ancora
                  Con Hostpoint SITES i clienti ottengono inoltre un pacchetto completo di web hosting con 75GB di spazio, un numero illimitato di indirizzi e-mail e molte altre funzioni che non possono mancare in un servizio di web hosting offerto da Hostpoint.

                  *Alcune funzioni sono disponibili solo nella versione completa di Hostpoint SITES*

                • Hostpoint lancia l’e-commerce dal cloud
                  fermare
                  Rapperswil-Jona, 24 agosto
                  24 agosto

                  Con Hostpoint il commercio elettronico diventa da subito semplice e alla portata di tutti. Il maggiore provider di web hosting in Svizzera lancia oggi la sua competitiva piattaforma e-Commerce di servizi cloud e offre da subito, in esclusiva per la Svizzera, i competitivi online shop di ePages per un inizio veloce e semplice nell’e-commerce. Nella versione base LIMITED, il webshop è persino incluso gratuitamente nel pacchetto di web hosting.

                  Con il webshop di Hostpoint a disposizione in tre varianti, sia i principianti che i professionisti del commercio elettronico come ditte di vendita per corrispondenza e agenzie professionali trovano la variante adatta alle proprie esigenze. Sono ad esempio così a disposizione oltre 100 modelli grafici che i professionisti possono sostituire a scelta con un proprio formato. A seconda della variante, il webshop può inoltre essere gestito in quattro lingue e le transazioni possono essere effettuate con un massimo di 100 valute. Per l’esecuzione dei pagamenti, il webshop è già provvisto del collegamento a fornitori di servizi come PayPal, SaferPay e molti altri. Naturalmente la crittografia dei dati trasmessi via Secure Socket Layer (SSL) garantisce la sicurezza necessaria.

                  Oltre alle funzioni standard, il webshop dispone anche di numerose funzioni tra cui l’integrazione con portali online e spazi di mercato, la compatibilità con i metodi di pagamento correnti, fornitori di servizi di logistica nonché diversi strumenti di marketing e configurazione. E naturalmente i webshop ospitati in Svizzera da Hostpoint soddisfano tutte le norme per la protezione dei dati specifiche dei vari paesi.

                  Grazie all’impiego della tecnologia di ePages, i clienti di Hostpoint hanno a disposizione da subito un prodotto ampiamente collaudato e affermato, il quale può essere utilizzato non solo per la vendita di prodotti, ma anche per la vendita di servizi. Così le società di autonoleggio possono accettare prenotazioni per auto a noleggio oppure il cliente può prenotare il suo appuntamento dal parrucchiere comodamente tramite il webshop.

                  Gli interessati possono provare il webshop senza impegno e gratuitamente per 30 giorni. Coloro che optano per il webshop LIMITED compreso gratuitamente nei pacchetti di hosting SMART e BUSINESS, possono successivamente aggiornare la propria versione in ogni momento.

                • Massima sicurezza con Hostpoint quale Gold-Partner SSL di Symantec
                  fermare
                  Rapperswil-Jona, 05 luglio
                  05 luglio

                  Furto d’identità, truffa online o intercettazione di dati personali: i consumatori online sono sempre più preoccupati per la loro sicurezza in Internet. Hostpoint, principale Webhosting Provider della Svizzera e unico Gold-Partner SSL di Symantec nel settore Webhosting, offre ora un’ampia scelta nella gamma di sicurezza dei Secure Sockets Layer (SSL) dell’offerente leader a livello mondiale di soluzioni di sicurezza Internet. I clienti SSL svizzeri ricevono così tutto da un unico referente - dal sigillo VeriSign, al VeriSign Secure Site SSL, ai certificati digitali professionali Secure Site SSL EV – e beneficiano nel contempo di un interlocutore locale competente per quanto riguarda il traffico codificato dei dati in Internet.

                  Nell’ambito della collaborazione, già resa nota a novembre 2010, con il servizio di certificazione VeriSigns, ora parte di Symantec, oltre al già disponibile sigillo VerySign, Hostpoint offre ora quale Gold-Partner anche i certificati improntanti alla massima sicurezza Secure Site SSL e Secure Site SSL EV di Symantec e i certificati SSL di GeoTrust. I certificati non si limitano a consentire una trasmissione dei dati sicura e codificata in Internet, ma convincono i clienti grazie a intelligenti servizi supplementari che offrono sicurezza per la navigazione, la registrazione e gli acquisti online.

                  Il VeriSign Secure Site SSL EV garantisce ai gestori di pagine web e ai clienti la massima sicurezza mediante una codifica fino a 256 bit e una verifica molto severa dell’identità. Unitamente al sigillo VeriSign, alla ricerca giornaliera dei malware sulla pagina web e alla tecnologia Seal-in-Search, un sigillo nelle iscrizioni dei motori di ricerca infonde inoltre ai clienti la massima fiducia nella sicurezza della pagina web. Tale affidabilità può essere facilmente riconosciuta dal cliente nella barra degli indirizzi del browser che, con l’impiego del VeriSign Secure Site SSL EV, presenta uno sfondo verde.

                  Anche il VeriSign Secure Site SSL si distingue per una codificazione fino a 256 bit. Il marchio di fiducia è inoltre mondialmente riconosciuto dalla maggior parte dei visitatori e si fa garante per la serietà delle transazioni. La ricerca giornaliera dei malware nella pagina web attesta inoltre a tutti i visitatori il massimo impegno a favore di una maggior sicurezza. Per i consumatori attenti ai costi sono inoltre disponibili le soluzioni di sicurezza Quick SSL Premium, True Business ID e True Business ID EV di GeoTrust, una filiale di Symantec.

                  Il partenariato di Hostpoint con Symantec, offerente leader a livello mondiale nel settore della sicurezza, pone un’altra pietra miliare nella storia di Hostpoint. Ancora nel corso di quest’anno, il principale Webhosting Provider della Svizzera amplierà la sua attuale offerta con ulteriori soluzioni innovative nel settore dell’e-commerce, dei domain name e del webhosting.

                • Hostpoint è pronta per il World IPv6 Day
                  fermare
                  Rapperswil-Jona, 08 giugno
                  08 giugno

                  Hostpoint, provider di web hosting leader in Svizzera, mercoledì 8 giugno 2011 parteciperà al World IPv6 Day e a tal fine il proprio sito Internet http://www.hostpoint.ch funzionerà utilizzando parallelamente le tecnologie IPv4 e IPv6. Obiettivo del World IPv6 Day, a cui ha dato vita l’Internet Society, è quello di preparare i servizi Web all’introduzione del protocollo Internet 6 e quindi di accelerare il passaggio dal classico IPv4 al protocollo successivo IPv6. L’esecuzione a livello mondiale di questa prova, a cui prendono parte anche fornitori di servizi Internet di primo piano, quali Google, Facebook, Yahoo e Akamai, rappresenta il più grande test del nuovo protocollo Internet IPv6.

                  L’introduzione dell’IPv6 è la svolta più significativa della storia di Internet, poiché le ultime riserve di indirizzi Internet IPv4, pari a circa 4,3 miliardi, verranno assegnate nei prossimi mesi. Con l’IPv6 saranno disponibili 340 sestilioni di indirizzi IP: dunque indirizzi a sufficienza per far fronte alla rapidissima crescita di Internet. Con l’IPv6 Day, che si terrà a livello mondiale per una durata di 24 ore, si dovranno individuare gli eventuali problemi e i punti deboli del cosiddetto funzionamento dual stack, ossia dell’implementazione simultanea dell’IPv4 e dell’IPv6.

                  La rete Hostpoint è già pronta per l’IPv6. A tal fine già da qualche tempo le componenti di rete quali router ed L3 switches sono state dotate di software compatibili con l’IPv6 e i router edge e core adeguatamente configurati. All’indirizzo http://ipv6.hostpoint.ch, inoltre, già da tempo è disponibile una versione del sito Internet di Hostpoint accessibile solo via IPv6.

                  Cosa cambia per gli utenti
                  Gli utenti Internet in linea di massima possono rilassarsi. La conversione relativa al cliente riguarda prima di tutto i provider dell’accesso Internet. Questi devono aggiornare i modem messi a disposizione dei clienti in modo da renderli utilizzabili con l’IPv6 oppure sostituirli con modelli compatibili con la tecnologia IPv6. In alternativa è possibile collegare alla rete IPv6 apparecchi con IPv4 mediante cosiddetti “meccanismi tunnel”.

                  In ogni caso: nonostante quasi tutti i sistemi operativi attualmente in circolazione siano compatibili con l’IPv6, è possibile che si verifichino dei problemi. Lo stesso vale per i router domestici con firmware obsoleti. L’Internet Society valuta che circa lo 0,5% degli utenti Internet di tutto il mondo potrà subire “IPv6-brokenness”. Il motivo di tali interruzioni è da ricondurre a un’implementazione errata dell’IPv6 nei sistemi operativi. Si verifica che il sistema crede di disporre di un collegamento IPv6, seppure in realtà non sia così. Di conseguenza il computer cerca di richiamare le pagine configurate per l’IPv6, pur non essendo affatto in grado di comunicare con il protocollo successivo all’IPv4.

                  IPv6?
                  Affinché la comunicazione in Internet funzioni, i dispositivi quali server e router, ma anche computer, laptop e smartphone devono disporre dei cosiddetti indirizzi IP (Internet Protocol). La provvista di indirizzi del protocollo IPv4 finora in uso è tuttavia già molto esigua, motivo che rende necessario il passaggio all’IPv6. Con circa 340 sestilioni, l’IPv6 mette a disposizione un numero nettamente maggiore di indirizzi Internet univoci rispetto all’IPv4 (circa 4,29 miliardi), garantendo così che Internet possa continuare a crescere.

                • Redesign completo per il 10° anniversario
                  fermare
                  Rapperswil-Jona, 11 maggio
                  11 maggio

                  Hostpoint, il provider di web hosting leader in Svizzera festeggia quest’anno il suo 10° anniversario. Fondata più di un decennio fa da tre appassionati fanatici di Internet, Hostpoint ha continuato a crescere e oggi gestisce circa 130'000 siti web e 150'000 nomi di dominio. Hostpoint è quindi il più grande provider di web hosting di tutta la Svizzera. Con l'avvento dell'anniversario, Hostpoint coglie l'occasione per un redesign completo della sua immagine su Internet.

                  Le cose buone sono semplici: l’amore, il cibo – e l’idea commerciale con la quale i tre fondatori di Hostpoint, Sandro Bertschinger, Claudius Röllin e Markus Gebert, hanno rivoluzionato il mercato nel 2001: web hosting per tutti! Dieci anni dopo l’azienda di Rapperswil-Jona, che dal 2005 è una società per azioni, gestisce attraverso 30 collaboratori ben 130'000 siti web e 150'000 nomi di dominio. Oltre alle numerose aziende quali La Posta Svizzera, Migros, Phonak, Diners Club o Hero, il successo di Hostpoint si basa soprattutto sui numerosi clienti privati. L’esercizio 2010 è stato davvero un anno di record per il più grande provider di web hosting svizzero con un fatturato da 8 milioni. Un traguardo importante nella storia di successo di Hostpoint.

                  Un'immagine su Internet nuova e fresca
                  E proprio per il 10° anniversario, anche l’immagine online di Hostpoint si è sottoposta a un redesign completo. Il nuovo layout sottolinea l’immagine moderna e giovane dell’azienda e aiuta i visitatori ad orientarsi più facilmente. Grazie alla nuova struttura dei contenuti, sia i clienti privati che quelli aziendali riescono a trovare le offerte su misura per loro in modo rapido e semplice. Oltre alle offerte di web hosting, managed server e groupware di Hostpoint, ora anche l’ampia gamma di desinenze di dominio registrabili è stata messa in risalto al meglio.

                  Nel corso dell’anno Hostpoint amplierà l’offerta attuale con altre soluzioni innovative nel settore dell’e-commerce, della sicurezza, dei nomi di dominio e dell’hosting.

                2010

                  • Hostpoint lancia il VeriSign SSL Portfolio
                    fermare
                    Rapperswil-Jona, 25 novembre
                    25 novembre

                    Hostpoint, il principale Hosting Provider della Svizzera e il servizio di autenticazione di VeriSign, ora parte di Symantec, rendono nota oggi la loro nuova collaborazione.. Come primo e attualmente unico Gold-Partner SSL nel Webhosting in Svizzera, nei prossimi mesi Hostpoint offrirà tutti i prodotti SSL VeriSign. Il sigillo VeriSign Trust di Hostpoint rappresenta l’inizio: un programma che riconosce puntualmente i malware sui siti internet.

                    Attualmente, la fondazione Switch blocca in 24 ore i domini. ch corrotti da malware (programmi maligni). In caso di siti internet dannosi, Switch contatta il supporto richiedendo l'eliminazione del problema. Se questo non reagisce, dopo 24 ore Switch elimina il dominio dalla rete.

                    Invece di creare questa spiacevole situazione, in cui il dominio viene bloccato e ne deriva una perdita di immagine e di fatturato, Hostpoint offre una nuova soluzione proattiva, grazie al sigillo VeriSign Trust. Il sigillo VeriSign Trust di Hostpoint protegge in maniera preventiva contro i malware, comunicando fiducia ai visitatori del sito internet.

                    Ecco una panoramica delle principali funzioni del sigillo VeriSign Trust:
                    · Protezione del sito web e dei relativi visitatori da malware (programmi maligni) Il malware-scan verifica il sito internet quotidianamente e impedisce che motori di ricerca inseriscano la voce internet in una “lista nera” e che il computer dei visitatori venga colpito da programmi maligni. Se nonostante tutto si verifica qualche evento, il gestore del sito internet verrà informato in maniera dettagliata, per permettergli di reagire nei confronti di parti terze.

                    · Il sigillo VeriSign Trust conferma a tutti i visitatori che VeriSign ha verificato l’identità del gestore del sito internet e che il sito ha superato i malware-scan quotidiani. Il sigillo VeriSign Trust posto su un sito internet, comunica fiducia, credibilità e onestà.

                    · Identità confermata. La procedura di autenticazione è provata e indica ad ogni visitatore che VeriSign ha confermato l'identità del gestore del sito web e che quest'ultimo ne è il legittimo proprietario o gestore.

                    Il sigillo VeriSign Trust di Hostpoint protegge non solo i siti web, ma anche i loro visitatori, in maniera efficacie e contro i malware, impedendo la disattivazione da parte di Switch.

                    Hostpoint è il primo e attualmente l’unico VeriSign Authentication Service Partner in Svizzera.
                    Hostpoint è il primo e attualmente l'unico Gold-Partner SSL nel webhosting nominato in Svizzera. I clienti svizzeri SSL per la prima volta dispongono così di un referente locale, competente in materia di traffico dati cifrato in internet.
                    A partire dai prossimi mesi, Hostpoint commercializzerà in Svizzera tutti i prodotti VeriSign SSL. Tra questi ci saranno anche i certificati Secure Sockets Layer (SSL), Secure Site e Secure Site EV, oltre al sigillo VeriSign Trust, già disponibile a partire da oggi.

                  • Managed Server: la massima performance, la massima sicurezza e la miglior assistenza
                    fermare
                    Rapperswil-Jona, 10 febbraio
                    10 febbraio

                    Alle aziende che non intendono lasciare nulla al caso Hostpoint offre Managed Server per i loro siti web. I server garantiscono elevata disponibilità, sono particolarmente efficienti, estremamente sicuri e tuttavia semplici da gestire.

                    La presenza in Internet è l'elemento cruciale della comunicazione per molte piccole e medie imprese. È importante, quindi, che il sito web sia sempre raggiungibile. Ogni secondo in cui il server rimane offline rappresenta un'opportunità mancata per convincere potenziali nuovi clienti o per vendere un prodotto o un servizio. Hostpoint ha quindi introdotto un nuovo servizio dedicato a siti web che devono restare online 365 giorni all'anno 24 ore su 24: Managed Server. Un Managed Server è l'alternativa per le PMI che puntano tutto su disponibilità, efficienza e sicurezza della loro presenza in Internet ma che non vogliono o non possono investire nella necessaria infrastruttura. Non sono più necessari nemmeno la manutenzione del sistema hardware e l'aggiornamento dei software, di cui si occupa Hostpoint.

                    Esclusivo Platinum Support d'eccellenza
                    Un Managed Server di Hostpoint è disponibile già con 590 franchi al mese. I dati web ed e-mail si trovano su uno Storage Cluster a elevata disponibilità. Altri vantaggi insoliti in questa fascia di prezzo: il Service Level Agreement (SLA) è già compreso nel canone di abbonamento e offre, ad esempio, disponibilità e tempo di reazione garantiti. E nella remota eventualità di un malfunzionamento, i tecnici Hostpoint rispondono prontamente a eventuali richieste e risolvono immediatamente qualsiasi problema – l'esclusivo Platinum Service rientra nel servizio di assistenza 24 ore su 24 per i clienti Managed Server di Hostpoint.

                  • Hostpoint ha nominato il responsabile social media
                    fermare
                    Rapperswil-Jona, 05 gennaio
                    05 gennaio

                    Dal 1° gennaio 2010 Tom Brühwiler assumerà la neonata posizione di Chief Social Media Officer (CSMO) presso la società di hosting Hostpoint di Rapperswil-Jona e in futuro gestirà le attività di social media dell’azienda.

                    Con Tom Brühwiler, il team dell’hosting provider leader della Svizzera si arricchisce di un esperto professionista di social media. Da circa cinque anni Tom gestisce il famoso weblog ‘BloggingTom’ e vanta quindi eccellenti competenze nel settore social media. Con la nomina del 40enne Brühwiler, Hostpoint si concentra ancora di più sui canali social media che si stanno rivelando sempre più fondamentali. In Hostpoint, Brühwiler sarà responsabile della pianificazione e dell’attuazione di tutte le attività nel settore social media.

                    Claudius Röllin, CMO di Hostpoint, ha dichiarato al riguardo: “Attraverso le diverse attività del settore dei social media vogliamo comunicare con i nostri clienti in modo ancora più diretto e intenso”.

                  2009

                    • Hostpoint s'ingrandisce
                      fermare
                      Rapperswil-Jona, 17 dicembre
                      17 dicembre

                      Hostpoint si è ingrandita con una memoria per siti web a prezzo conveniente. L’Hosting Provider svizzero leader del settore ha ottimizzato e ampliato la propria offerta. Il risultato: memoria più grande, sicurezza e servizi a basso costo.

                      La sicurezza rassicura. Soprattutto per il servizio di hosting di siti web i clienti desiderano avere la certezza non di doversi occupare di dettagli tecnici. Fondamentale è che i dati del proprio sito web siano ben protetti, accessibili in qualsiasi momento e contenuti in un pacchetto di servizi che corrisponda alle proprie esigenze. Ora Hostpoint offre due nuovi server a tutti coloro che si aspettano ancora di più.

                      “Smart Server” è una nuova offerta che al prezzo di CHF 14.90 al mese mette a disposizione una memoria da 50 GB, 50 nomi di dominio e gestisce 50 banche dati. L’interessante rapporto prezzo/servizio è rivolto soprattutto a clienti che desiderano potenziare la loro presenza nel web e per i quali la sicurezza ha un’importanza pari a una buona assistenza.

                      Dal Professional al Business
                      Anche il pacchetto di servizi per aziende è di nuova concezione con siti web all’avanguardia e completi. Il precedente “Professional Server” si è trasformato in “Business Server” e offre ora al prezzo di CHF 24.90 al mese una memoria da 100 GB. Oltre a 100 domini e a 100 banche dati di MySQL, fanno parte dei servizi anche l’esclusiva assistenza Gold per l’assistenza prioritaria.

                    • Hostpoint potenzia il suo Support Team e si trasferisce in una nuova sede
                      fermare
                      Rapperswil-Jona, 30 marzo
                      30 marzo

                      Grazie al raddoppio del numero di collaboratori del suo Support Team nel secondo semestre del 2008, Hostpoint vanta un servizio clienti di ineguagliabile eccellenza. A inizio marzo la società si è trasferita nella nuova e più ampia sede di Rapperswil-Jona, nel Canton San Gallo. Nel nuovo Hostpoint Office lavorano a tempo pieno 30 dipendenti, un numero che nei prossimi mesi potrebbe crescere fino a 70. Insomma, il maggiore hosting provider svizzero è pronto a un’ulteriore crescita.

                      Potenziando la propria squadra di collaboratori, di fatto Hostpoint crea un nuovo standard di riferimento nel settore del servizio clienti. Qui in genere si risponde alle telefonate nel giro di pochi secondi e le richieste via e-mail vengono evase in tempi brevissimi fornendo un servizio di ottima qualità.

                      Il Support Team di Hostpoint, diretto da Yvan Knapp (ex capo del servizio Webhosting di Swisscom), ora responsabile del servizio clienti Hostpoint, riesce in questo modo a far fronte alle grandi sfide della frenesia moderna. Con l’aumento della clientela degli ultimi anni è cresciuto notevolmente anche il numero di richieste di assistenza telefoniche e via e-mail.

                      Il commento di Yvan Knapp, portavoce di Hostpoint: “Siamo felici e fieri di poter offrire ai nostri clienti un servizio di assistenza diretto e personale a costi vantaggiosi. Riteniamo che, assieme alla gamma dei prodotti offerti, il servizio clienti sia uno dei fattori più importanti alla base della scelta del proprio fornitore di hosting. Il trasferimento nella nostra nuova sede rappresenta anche l’occasione giusta per creare un ambiente perfetto per la nostra motivata squadra di collaboratori”.

                    • Hostpoint prosegue con l’attivazione immediata dei domini
                      fermare
                      Rapperswil-Jona, 03 febbraio
                      03 febbraio

                      SWITCH, gestore dei domini Internet di Svizzera e Liechtenstein, ha deciso di attivare i domini ospitati solo a pagamento avvenuto. L’Hosting Provider Hostpoint, specializzato anch’esso nella registrazione di domini, proseguirà invece con l’attivazione immediata.

                      A partire dal 1° marzo, saranno necessari dei giorni prima di poter utilizzare il nuovo dominio registrato su SWITCH: il principale gestore di nomi di dominio ha stabilito di attivare i nuovi domini solo una volta saldati i costi. La clausola è parte integrante del nuovo contratto di registrazione SWITCH.

                      Chi paga con carta di credito o Paypal non noterà alcuna differenza. Per chi invece effettua le ordinazioni contro fattura, potrebbero trascorrere anche dieci giorni tra la registrazione e l’attivazione.

                      L’Hosting Provider Hostpoint non condividerà questa prassi. Chi registra il proprio dominio presso il maggior provider svizzero, potrà utilizzarlo fin da subito ed effettuare il pagamento in un secondo momento.

                      Sandro Bertschinger, CFO di Hostpoint, dice al riguardo: “Puntiamo a offrire alla nostra clientela un servizio di hosting semplice e comodo. Per questo consentiremo anche in futuro di mettere online il proprio dominio poco dopo la registrazione. Le nostre esperienze sono positive e non abbiamo motivo di modificare i metodi di pagamento”.

                    • Hostpoint prosegue sulla strada del successo
                      fermare
                      Rapperswil-Jona, 28 gennaio
                      28 gennaio

                      Hostpoint ha chiuso anche il 2008 con grande successo. Il fatturato è salito a 7,5 milioni. Anche le cifre che riguardano i clienti promettono ottimismo: alla fine del 2008 si sono registrati 100'000 siti Internet ospitati e 115'000 nomi di dominio.

                      Hostpoint continua a crescere in modo sano ed autonomo. Il fatturato è aumentato di 1 milione di Franchi Svizzeri, attestandosi a 7,5 milioni, il nuovo software di hosting programmato internamente è stato completamente integrato e l’introduzione del groupware Hostpoint Xchange come software-as-a-service è proseguita senza problemi, si è rivelata valida e viene adottata da numerose piccole e medie imprese.

                      Sandro Bertschinger, CFO di Hostpoint, dice al riguardo: “Siamo molto soddisfatti dell’anno appena concluso e guardiamo al futuro con ottimismo. L’introduzione appena conclusa della nostra soluzione interna di hosting ci fornisce un enorme potenziale per il futuro. Di conseguenza quest’anno apriremo la nostra prima affiliata all’estero, a breve seguiranno ulteriori dettagli. Inoltre, in primavera traslocheremo in una nuova sede sempre a Rapperswil-Jona, poiché abbiamo già bisogno di maggiore spazio.

                    2008

                      • Hostpoint facilita il lavoro
                        fermare
                        Rapperswil-Jona, 08 settembre
                        08 settembre

                        L’hosting provider Hostpoint offre la soluzione groupware Hostpoint Xchange come modello Software as a Service, agevolando così notevolmente il lavoro delle PMI.

                        Hostpoint Xchange facilita la comunicazione in team e rende la collaborazione più efficiente. Hostpoint Xchange coniuga la gestione di e-mail, appuntamenti, contatti e incarichi con un’intelligente gestione documenti in un’applicazione integrata. In questo modo si snellisce il lavoro in team con indirizzi, dati, documenti e calendari sempre disponibili da qualsiasi luogo.

                        Tutti i dati vengono visualizzati a colpo d’occhio e possono essere elaborati in modo comodo e rapido con il client Web intuitivo. I documenti di rilevanza aziendale vengono archiviati e aggiornati a livello centrale, rimanendo così sempre a disposizione di tutti i collaboratori autorizzati. Grazie alla sincronizzazione con Microsoft Outlook, gli utenti finali hanno a portata di mano tutte le informazioni importanti, a casa come in viaggio.

                        “L’ampliamento al groupware comporta un reale valore aggiunto per i nostri clienti. Hostpoint Xchange migliora il lavoro di squadra nelle piccole e medie imprese, senza per questo dover investire in dotazione hardware, licenze software e know-how tecnico”, spiega Yvan Knapp, CCO di Hostpoint SA. “Grazie al modello Software as a Service si avvalgono di servizi completi e delle ultime innovazioni a un prezzo nettamente inferiore a quello di acquisto di un groupware comparabile”.

                        Hostpoint offre ai clienti un servizio completo che effettua l’archiviazione e il backup di tutti i dati per i propri clienti e garantisce in ogni momento una protezione contro spam e virus costantemente aggiornata. Le funzioni di groupware aggiuntive possono essere attivate in poche mosse. I costi si attestano tra i 7 e i 9 franchi al mese e per account. La soluzione presuppone un SH Server Hostpoint a partire da CHF 9.90 al mese.

                      • Hostpoint in più lingue
                        fermare
                        Rapperswil-Jona, 26 agosto
                        26 agosto

                        Il provider Hostpoint offre ora i propri siti web, il Control Panel del cliente e l’amatissimo Web-o-mat anche in francese, italiano e inglese.

                        L’azienda di successo di Rapperswil-Jona vuole ora offrire anche ai clienti attuali e futuri della Romandia e del Ticino gli stessi servizi, nelle rispettive lingue, che gli svizzeri-tedeschi stanno utilizzando già da molto tempo, afferma il CFO Sandro Bertschinger. Inoltre, offrendo i tool più importanti in diverse lingue, Hostpoint potrà proporsi anche ai diversi paesi europei.

                        Oltre ai siti web, tra i servizi rientrano il Control Panel che consente al cliente di eseguire tutte le impostazioni del suo sito web e il famoso Web-o-mat, un programma per la creazione di pagine web.

                        A riguardo Sandro Bertschinger, CFO di Hostpoint: "In considerazione del plurilinguismo della Svizzera e della nostra pianificazione internazionale a lungo termine, abbiamo voluto offrire tutti i nostri tool in più lingue."

                      • Hostpoint lancia acceleratore PHP per siti web
                        fermare
                        Rapperswil-Jona, 09 giugno
                        09 giugno

                        Il team Engeneering di Hostpoint ha messo a punto un nuovo acceleratore PHP per siti web. I siti web basati sullo script PHP funzioneranno ora a velocità notevolmente superiori.

                        Anche i tradizionali siti HTML sono avvantaggiati dall’acceleratore PHP, dato che riduce in misura massiccia il carico sul server. Ai clienti più esperti Hostpoint offre persino un editor php.ini che consente di integrare e modificare le impostazioni personali dal pannello di controllo.

                        Claudius Röllin, CMO di Hostpoint: “Siamo molto orgogliosi di poter offrire il nuovo tool PHP. Una volta ancora abbiamo creato una nuova soluzione in modo del tutto autonomo. Tutti gli script PHP risultano ora notevolmente più veloci, un fattore fondamentale in particolare per i progetti PHP di ampia portata, quali ad esempio Typo3, Joomla, Gallery2, WordPress, phpBB, MediaWiki e così via”.

                      • Hostpoint stipula una partnership con Datatrans
                        fermare
                        Rapperswil-Jona, 26 maggio
                        26 maggio

                        Hostpoint collabora ora con il gestore delle carte di credito Datatrans, dopo aver posto fine al contratto con Saferpay il mese scorso. Per i clienti Hostpoint il cambio è a costo zero e privo di conseguenze.

                        Fino a questo momento i collegamenti di pagamento dei clienti hosting "Commerce" di Hostpoint erano gestiti da Saferpay. Dall’1 maggio 2008 questo compito è stato assunto dalla ditta Datatrans. I clienti Hostpoint ancora presso Saferpay possono decidere di accettare il trasferimento liberamente e gratuitamente.

                        A tal proposito si pronuncia Sandro Bertschinger, CFO di Hostpoint: "In Datatrans abbiamo trovato un nuovo partner competente, veloce e flessibile. Inoltre, Datatrans dispone di un’ampia gamma di forme di pagamento e di uno standard di sicurezza estremamente elevato. È per questi motivi che riesce ad offrire quell’affidabilità che cercavamo da tempo".

                      • Hostpoint assume il responsabile Webhosting di Swisscom
                        fermare
                        Rapperswil-Jona, 05 marzo
                        05 marzo

                        Yvan Knapp, 33 anni, ha assunto dal 1° aprile la carica di CCO (Chief Customer Officier) presso l’azienda di hosting di Rapperswil-Jona, dove si occuperà di costituire e dirigere la nuova organizzazione di supporto. Hostpoint reagisce così alle crescenti richieste nel settore assistenza. Precedentemente Knapp è stato responsabile dell’implementazione del settore hosting per Bluewin, affiliata di Swisscom.

                        L’arrivo di Yvan Knapp in Hostpoint rappresenta l’incontro di un esperto Business e IT manager con il principale hosting provider di Rapperswil-Jona. Dal 1999 Knapp ha contribuito in modo determinante e con successo alla creazione e allo sviluppo dell’Hostcenter di Bluewin. In Hostpoint dirigerà l’organizzazione di supporto e sarà un valido sostegno per i tre titolari Röllin, Bertschinger e Gebert. L’attuale CCO e cotitolare di Hostpoint Claudius Röllin in futuro si dedicherà maggiormente alle vendite e ai nuovi mercati, suo settore di specializzazione.

                        “Siamo molto felici che Yvan Knapp abbia assunto questo impegno”, dice Sandro Bertschinger, CFO di Hostpoint. “In questo modo prendiamo due piccioni con una fava. Da un lato con lui acquisiamo un manager qualificato di comprovata abilità per la nostra organizzazione di supporto e, tra l’altro, possiamo approfittare della sua pluriennale esperienza come Product Manager per offrire ai nostri clienti una qualità sempre maggiore dei servizi. Dall’altro lato in futuro Claudius Röllin potrà concentrarsi sulle sue forze strategiche. Analizzerà nuovi mercati, promuoverà le vendite, si occuperà dello sviluppo dei prodotti o mi assisterà nelle attività di marketing.”

                      • Hostpoint con il vento in poppa nel 2007
                        fermare
                        Rapperswil-Jona, 29 gennaio
                        29 gennaio

                        Nel 2007 Hostpoint ha chiuso ancora una volta l’anno con successo. Il fatturato è salito di 1,5 milioni raggiungendo i 6,5 milioni, i nuovi clienti Hosting di Sunrise sono stati integrati con successo, prospera la cooperazione con Google e alla fine del 2007 è stata introdotta la Webmail di Open-Xchange.

                        Hostpoint continua nella sua solida crescita. Il fatturato ha conosciuto un ulteriore e significativo incremento di 1,5 milioni di franchi svizzeri, raggiungendo i 6,5 milioni, il nuovo software di hosting sviluppato in-house ha dato più che ottimi risultati, gli ex clienti Sunrise sono soddisfatti di essere stati integrati nella famiglia di Hostpoint e anche il numero di clienti è aumentato di 10’000 persone raggiungendo quota 55’000.

                        “Siamo molto contenti dell’anno appena concluso e guardiamo al futuro con ottimismo”, dice Sandro Bertschinger, CFO di Hostpoint. “L’introduzione del groupware Open-Xchange è prevista per il primo semestre del 2008 e, se tutto va secondo i nostri piani, nel corso di quest'anno dovremmo intraprendere i primi passi in Romandia. Inoltre dal 1° aprile abbiamo inserito nel nostro organico una personalità dirigenziale di spicco, proveniente da uno dei più grandi hosting provider svizzeri, che contribuirà a rafforzare il nostro reparto di supporto.”

                      • Hostpoint offre una nuova soluzione Webmail, innovativa e gratuita
                        fermare
                        Rapperswil-Jona, 24 gennaio
                        24 gennaio

                        Da oggi Hostpoint mette a disposizione dei suoi 250'000 utenti e-mail una nuova Webmail, che sostituisce Mail2Web. Grazie alla nuova tecnologia AJAX di Open-Xchange, i clienti Hostpoint potranno gestire la loro e-mail in modo più rapido e comodo, senza costi aggiuntivi.

                        AJAX sta per “Asynchronous JavaScript and XML” e indica un modulo asincrono di trasmissione dati tra server e browser, che consente di effettuare una richiesta HTTP in una pagina HTML, senza che quest’ultima debba essere interamente ricaricata. Ciò comporta significativi vantaggi per l’utente: una maggiore rapidità di ricezione, anche nel caso di caselle di posta voluminose, un layout moderno, un calendario davvero innovativo e un chiaro indicatore dello spazio di memoria – solo per citarne alcuni.

                        “L’introduzione della nuova Webmail basata sulla tecnologia AJAX”, dice Claudius Röllin, CCO di Hostpoint, “costituisce un vero valore aggiunto per i nostri clienti. Con la Webmail di Open-Xchange possono gestire la loro corrispondenza digitale in modo rapido ed efficace, come se avessero installato un desktop, e allo stesso tempo sono molto più flessibili e veloci.”

                        L’uso di web front end presuppone una connessione internet al server Open-Xchange, ma offre accesso a tutte le informazioni, indipendentemente dal computer sul quale si sta lavorando. È ideale, per esempio, se la sera si desidera controllare da casa le e-mail dell’ufficio.

                        Nella Webmail di Hostpoint il controllo delle singole funzioni non avviene più tramite menù, ma attraverso il Panel, che mostra in un solo colpo d'occhio tutte le più importanti funzioni di ogni modulo.

                        Entro la prima metà dell’anno sarà disponibile l'intero groupware
                        Entro la prima metà dell’anno, in poche semplici mosse, i clienti Hostpoint potranno attivare a pagamento le funzioni supplementari del groupware. Con il suo groupware basato su internet, Hostpoint desidera soprattutto venire incontro alle esigenze delle piccole e medie imprese, che fino ad oggi non hanno fatto uso di groupware, o si sono serviti di groupware ormai superati. A tale scopo Hostpoint offre ai suoi clienti un servizio di assistenza completo, occupandosi del salvataggio e del backup dei dati e assicurando una protezione da spam e virus sempre aggiornata.

                      Materiale per i media

                      State facendo delle ricerche per scrivere un articolo su Hostpoint? Qui troverete il nostro materiale per i media: testi, immagini e il nostro logo. Cercate altre informazioni o immagini? Contattate il nostro responsabile media:


                      Thomas Brühwiler
                      Telefono:+41 55 220 6328
                      E-mail:thomas.bruehwiler@hostpoint.ch

                      Persone & funzioni

                      Claudius Röllin

                      Co-Founder – Sales & Marketing Download

                      Markus Gebert

                      Co-Founder – CTO Download

                      Sandro Bertschinger

                      Co-Founder – Finance & Marketing Download

                      Yvan Knapp

                      Chief Operating Officer
                       
                      Download

                      Maria Geisser

                      Chief Executive Assistant –
                      Finance, HR & Marketing
                      Download

                      Thomas Brühwiler

                      Head of Communication
                       
                      Download

                      Pascal Schönholzer

                      Head of Education Download

                      Elias Wittwer

                      Head of Development Download

                      Michael Naef

                      Head of System Administration Download

                      Marco Bühler

                      Head of Customer Support Download

                      Barbara Hartmann

                      Head of Billing Download

                      Logo & utilizzo

                      Utilizzo del logo

                      1  Logo a colori

                      Se possibile, deve essere utilizzato sempre il logo a colori. Come sfondo è consentito il bianco, fino a un valore di grigio RGB #f6f6f6 o cmyk 0 / 0 / 0 / 5. Se lo sfondo è più scuro, si impiega il logo n. 2 o 3.

                      2  Monocromo – nero

                      Il logo nero si utilizza solamente su sfondo chiaro e non a colori, se è richiesto un impiego in bianco e nero. È possibile concordare con il responsabile media un cambiamento cromatico in linea con i colori previsti dalla strategia del marchio.

                      3  Monocromo – bianco

                      Il logo bianco si utilizza in presenza di sfondi scuri, di un unico colore. Può essere anche collocato su aree scure e uniformi di un’immagine.

                      Zona protetta

                      Distanza  X

                      Questa distanza definisce la zona protetta attorno al logo che non deve essere a contatto con elementi estranei come altri loghi e le rispettive zone protette.

                      Colori

                      Colori principali

                      I nostri tre colori principali, utilizzati soprattutto per la nostra tipografia e per la suddivisione delle aree cromatiche.

                      Dite la vostra

                      Siete soddisfatti della nostra azienda e desiderate mostrare sul vostro sito che avete il “domicilio virtuale” su Hostpoint? Per farlo è sufficiente copiare il codice del logo adatto nel contenuto del vostro sito. Grazie mille!

                      Materiale per i media

                      Sulla versione desktop del nostro sito potrete trovare ancora più notizie e il materiale per i media.